Youtube Facebook Twitter Seguici su
19def98a3135e1bda45d55c3c12afc1b

Etnomusicologia

Storia

Creato nel 1970 da Alain Daniélou, presso la Fondazione Giorgio Cini, in collegamento con l'lntemational Institute for Comparative Music Studies and Documentation di Berlino (costituito nel 1963), l'istituto veneziano durante i primi dieci anni di attività si è occupato soprattutto di far conoscere in Occidente i migliori interpreti di musica tradizionale provenienti dai paesi orientali ed africani.
L'Istituto ha inoltre svolto per vari anni un'attività di coordinamento, organizzando regolarmente riunioni dei direttori dei maggiori festival internazionali interessati a diffondere le musiche tradizionali extraeuropee.
Al fine di estendere le sue attività anche in campo educativo, l'IISMC ha istituito a Venezia la Scuola Interculturale di Musica che ha iniziato con successo le sue attività nel settembre 1979, grazie agli apporti del Fond International pour la Promotion de la Culture (Unesco), dell'Università di Venezia, della Fondazione Calouste Gulbenkian di Lisbona e della Fondazione Giorgio Cini.
La Scuola, diretta inizialmente dal prof. Ivan Vandor, poi dal prof. Francesco Giannattasio, rappresenta un'iniziativa unica al mondo nel campo della diffusione, tramite l'insegnamento teorico-pratico, delle grandi tradizioni musicali mondiali.
La Scuola ha realizzato, sempre a Venezia, una serie di concerti e conferenze con notevole successo di pubblico e ha contato annualmente circa un centinaio di iscritti, in gran parte già qualificati nelle diverse tecniche musicali e performative provenienti sia dall'Italia che dall'estero.
Divenuto nel 1999 uno degli Istituti della Fondazione Giorgio Cini, l’IISMC, ora diretto dal prof. Giovanni Giuriati, svolge parte delle sue attività in convenzione con l’Università Ca’ foscari di Venezia, il Conservatorio di Musica di Vicenza e altre istituzioni culturali.